Cosa mangiare per migliorare il tono dell’umore: piante e consigli

L’umore rappresenta una predisposizione d’animo differente da persona a persona, ma soprattutto variabile a seconda delle situazioni. Nel linguaggio comune è usanza associare al ‘buon umore’ eventi positivi, mentre dal ‘cattivo umore’ dipendono eventi negativi e traumatici, ma anche cambi di stagione, ansia, stress, patologie e stanchezza. L’umore può essere classificato come un evento transitorio e quindi mutabile nel corso del tempo.

Il tono dell’umore può aiutare a sostenere il benessere dell’organismo e può essere sorretto anche attraverso una scelta ponderata degli alimenti. Andiamo a scoprire quali all’interno di questa nuova lettura!

Umore: cos’è e da che cosa può essere influenzato?

Come descritto in precedenza l’umore è una predisposizione d’animo soggetta a diverse variabili, condizioni psicofisiche, alimentazione ed eventi. I fattori in grado di influenzare il buono e cattivo umore dipendono sostanzialmente da eventi interni ed esterni. Ad essere implicati nella regolazione dell’umore sono i neurotrasmettitori prodotti da specifiche molecole (S-Adenosil-Metionina e ademetionina).

Un insufficiente apporto di vitamine, soprattutto la vitamina B12 e acido folico, può apportare uno squilibrio del benessere dell’organismo ed esporre il soggetto a maggiori rischi come depressione, irritabilità e malessere generalizzato. Le alterazioni negative del tono dell’umore possono quindi andare a condizionare una serie di aspetti legati alla vita quotidiana, ai rapporti professionali e alle interazioni sociali.

Nella maggior parte dei casi si tratta di eventi transitori e mutabili a seconda del momento vissuto, ma possono dipendere anche da eventuali patologie in corso per le quali è sempre necessario rivolgersi ad un medico specialista.  L’alimentazione quotidiana, così come lo stile di vita, possono influire positivamente sulla qualità dell’umore di un singolo soggetto. Quali sono gli alimenti a maggior apporto beneficio sotto tale punto di vista? Scoprirlo nella classifica seguente!

Alimenti e piante per migliorare l’umore

Tra gli alimenti e piante maggiormente consigliate, come alleate del buon umore, si trovano:

  • Ginseng: ricco di proprietà e sostanze racchiuse all’interno della radice. Può essere utilizzato in campo culinario (per la preparazione di diverse portate, oppure come infuso). Il Ginseng presenta un alto contenuto di vitamine, minerali e oli essenziali, può dimostrarsi un valido coadiuvante all’alimentazione corretta nella lotta contro lo stress e gli stati ansiosi.
  • Iperico: conosciuto anche come ‘Scacciadiavoli ed Erba di San Giovanni’, veniva utilizzato in passato per ‘scacciare gli spiriti maligni e il cattivo umore’. La specie può dimostrarsi un’ottima alleata per sostenere il benessere dell’organismo e dell’umore, da utilizzare sotto forma di estratto secco o tintura madre, può aiutare a migliorare le funzioni del sistema nervoso e a favorire il riposo notturno, motivo per il quale viene spesso assunta anche in caso di insonnia.
  • Melissa: la pianta può essere assunta sotto forma di infuso e risulta un ottimo coadiuvante, all’alimentazione e stile di vita sano, nella lotta contro stress, agitazione, nervosismo, ansia, crampi muscolari.
  • Lavanda: il particolare aroma della specie può aiutare a sostenere il benessere psicofisico e a distendere i nervi. Il suo infuso viene assunto come un sostegno in caso di periodi stressanti, ma può essere utilizzata anche sotto forma di oli essenziali e fiori essiccati.
  • Cioccolato: il cacao contiene diverse vitamine, polifenoli e sali minerali ed è considerato uno degli alimenti dai possibili effetti benefici sull’umore per eccellenza. Il cioccolato, consumato con moderazione, può dimostrarsi un alimento antidepressivo naturale che può aiutare a sostenere il benessere dell’organismo durante le fasi più stressanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *